Un progetto di luce per una ristrutturazione d’interni a Caserta

Pubblicato il 1 giugno, 2017 alle 10:21

 

Si può valorizzare la luce naturale di un appartamento grazie alla giusta progettazione degli spazi e all’impiego dei materiali. la risposta è sì, come ci ha raccontato l’architetto Alfonso Cantelli sul progetto di un’abitazione privata di Caserta. Esagono è partner tecnico.

Qual è il concept del progetto?

Il tema portante di tutto il progetto è la luce, disegnata attraverso lo spazio e i materiali per valorizzare l’illuminazione naturale di questa abitazione privata che è stata completamente ristrutturata. Prima di partire con il lavori di ristrutturazione d’interni siamo partiti con la configurazione degli spazi. Abbiamo creato la zona living completamente open, mentre la zona notte l’abbiamo resa più luminosa giocando con i materiali.

Che tipo di rivestimenti sono stati scelti?

Il design dell’abitazione è moderno, la scelta dei rivestimenti è caduta su materiali naturali e molto chiari. I pavimenti sono quasi tutti in parquet, le dimensioni dei listoni ci hanno aiutato a dare profondità allo spazio. Nella zona living, soprattutto, abbiamo optato per dei listoni di parquet Bauwerk molto grandi per dare profondità allo spazio. Sempre in cucina abbiamo scelto, invece, la Kerlite di 14 Ora Italiana. Nella zona notte il parquet è di una tonalità leggermente più carica e la luce naturale è stata valorizzata con porte interne in vetriate e la scelta di pitture lucide, che riflettono la luce.

Come sono stati progettati i bagni?

Le stanze da bagno sono due. Quella dedicata gli ospiti è total white per valorizzare, ancora un volta la luminosità dello spazio. La cabina doccia, completamente trasparente, dà profondità alla stanza. Il bagno annesso alla camera da letto ha uno stile molto più caldo. Il tratto peculiare è il colore delle piastrelle, dove si alternano alcuni colori. Il pavimento selezionato fa parte della collezione Mews di Mutina.

C’ qualche altra peculiarità del progetto che ci vuole raccontare?

La luce viene disegnata in tutti gli ambienti di casa grazie alla scelta dei complementi di arredo. Solo in cucina è presente un lampadario, mentre nel resto degli ambienti sono state installate delle strisce a led che si accendono separatamente per personalizzare l’illuminazione in base allo svolgimento della vita in casa.

 

 

ARCHITETTO: ALFONSO CANTELLI

PARTNER TECNICO: CENTRO VENDITE ESAGONO

FOTO: MARIO FERRARA